Il gene del cervello maschile e femminile

Da cosa dipende il comportamento maschile e quello femminile? Una recente ricerca dell'Università di Glasgow e Oxford guidata da Stephen Goodwin ha scoperto il gene responsabile delle differenze tra il cervello maschile e femminile studiando il moscerino della frutta. Questo gene è stato chiamato doublesex (doppio sesso).


Già si sapeva che il gene doublesex contribuisce a dar forma ai tratti fisici maschili e a quelli femminili. Il comportamento "da maschio" o "da femmina", invece, si pensava fosse regolato dal gene fruitless. Alcuni ricercatori, infatti, avevano dimostrato che se il gene fruitless viene attivato nella femmina, questa inizia ad avere dei comportamenti maschili come, ad esempio, lo schema del corteggiamento, la dominanza e l'aggressività.

È possibile che un solo gene possa regolare dei comportamenti così complessi come quelli di genere? No. Infatti la ricerca di Goodwin ha dimostrato che fruitless non spiega il completo repertorio dei comportamenti maschili del moscerino e che il comportamento di genere dipende dall'interazione dei due geni:
"Il dogma era che dsx desse ai moscerini il loro aspetto e che fru li facesse comportare così come fanno - spiega Goodwin - Ora sappiamo che non è così: dsx (doublesex) e fru (friutless) agiscono congiuntamente per formare i circuiti neurali del comportamento sessuale".
Questa scoperta è valida anche per il comportamento sessuale dell'uomo? Il gene fruitless è presente solo negli insetti, mentre il doublesex è presente in tutto il regno animale, quindi, tenendo conto della maggiore complessità del sistema nervoso umano, può spiegare in parte le differenze tra uomo e donna. Sempre tenendo conto che il nostro comportamento è il prodotto di numerosi fattori, e non solo della struttura genetica o dell'influenza culturale.