Il Bambino Conteso: ecco i responsabili

bambino-conteso-trascinato
Il Bambino Conteso ha solo 10 anni ma è già una star. E come tutte le star di oggi, verrà dimenticato con la velocità con cui si butta via un cleenex.
Di non-non-questi-i-modi, giù-le-mani-dai-bambini, è-una-vergogna, i-figli-non-si-toccano, lo-stato-che-fa, dove-andremo-a-finire e cose simili ne avrete già sentite e lette parecchie. In questo articolo vorrei proporvi un punto di vista alternativo.

Mentre vedevo il video mi sembrava quasi di sentire la musichetta delle giostre in lontananza e una voce squillante che ripeteva :
«Venghino, siori e siore, venghino! Guardino il Bambino Trascinato Via! Il nuovo appassionante caso che sostituirà nei vostri cuori Melania Rea, Yara e Zio Michele! Si affrettino a commentare il Caso Straziante e Vergognoso».
Fanno bene a chiamarlo "circo mediatico": chiunque cada nel buco nero dei media viene sfigurato col trucco pensante dei clown e gettato in mezzo alla pista.

Chi è il Colpevole e chi è l'Innocente? Chi è il Mostro e chi è la Vittima? Chi sono i responsabili? I poliziotti sono sadici torturatori di bambini? Gli psichiatri sono medici insensibili che godono nel maltrattare minori? La madre è buona, amorevole e sensibile solo per il fatto di essere madre?
Insomma: chi sono i Buoni e chi sono i Cattivi?
Perché è a questo che si riduce la contesa mediatica, ammettiamolo.
Se adesso vi aspettate una mia risposta, devo deludervi: essendo uno psicologo, so troppo bene che per effettuare una valutazione (diagnosi) è necessario avere tutti gli elementi a disposizione, altrimenti si rischia di dire delle enormi sciocchezze. Come scrivevo in chiusura di "Come C.S.I.: la convergenza degli indici": «Se qualcuno pretendesse di aver capito tutto di te solo per il fatto che ti stavi grattando il naso, non penseresti che è un imbecille?».

Un sassolino sul gong fa molto rumore

Mi ha incuriosito vedere che ancora una volta le TV hanno creato "Il Caso". Dettagli che normalmente non avremmo neppure degnato di considerazione diventano centrali e importantissimi. Comportamenti che giudichiamo normali vengono caricati di intenzioni e significati. Un po' come i fluidi non newtoniani che più forte li schiacci più diventano duri. O come un sassolino che cade sul piatto di un gong.

Provate ad adottare un punto di vista marziano, come se foste turisti di un altro pianeta: la prima domanda che vi fareste probabilmente sarebbe: «Perché questo avvenimento è così amplificato mentre di centinaia, migliaia di avvenimenti simili o anche molto più gravi i media terrestri non ne parlano?».

Sarebbe difficile spiegare a un marziano perché del bambino di Cogne si è parlato per anni mentre migliaia di casi di bambini assassinati in modo brutale hanno avuto al massimo 5 righe in fondo alla quinta pagina del giornale locale. Sarebbe ancora più difficile spiegargli perché La Famiglia Misseri abbia appassionato gli italiani più della Famiglia Bradford, della Famiglia Forrester o dei Cesaroni. (E se pensate che stia esagerando, guardate qua: Carnevale, in vendita il vestito di "zio Michele" e C'è qualcuno che si tatua "zio Michele" sul corpo).

Il Bambino Conteso, insomma, è solo l'ultimo degli Appassionati Casi di Cronaca che occupano i palinsesti pomeridiani delle TV e danno modo a tanta gente di esprimere la propria opinione infondata e banale (leggi: Yara, Sarah, Melania Rea, Elisa Claps, le gemelline svizzere... com'è andata a finire?).

In conclusione

Viene da chiedersi: cosa abbiamo impariamo dalla creazione ciclica del "Caso"? In cosa ci ha fatto diventare persone migliori?
Aver visto litigi, accuse, lacrime, urla, cadaveri straziati, sangue ci ha reso più sensibili verso le pene delle persone che abbiamo intorno? Essere stati sollecitati così spesso a prendere posizione su argomenti senza avere elementi a disposizione e senza avere conoscenze in materia ci ha aiutato a sviluppare il senso critico? Ha diminuito la forza dei nostri pregiudizi?

******

Mi propongo di entrare nel merito della PAS (Parental Alienation Syndrome - Sindrome da Alienazione Parentale) nei prossimi giorni.
Se vuoi essere avvisato via email su quando uscirà l'articolo, vai in basso a destra su "Ricevi gli articoli via email" o iscriviti ai Feed RSS.

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddToAny