Cosa vorreste dall'Enpap?

L'Enpap sta facendo molti sforzi per migliorare in efficienza e immagine. Merito dell'iniezione di forze dopo le ultime elezioni. È più trasparente, si impegna in politiche attive, cerca di comunicare con noi iscritti in modo semplice e diretto - certo, i temi della previdenza sono un po' ostici, del resto siamo psicologi non commercialisti o agenti di borsa!   

Ora, dopo 15 mesi, che altro vi piacerebbe dall'Enpap?

Personalmente, da un istituto di previdenza mi aspetto innanzitutto che si occupi di previdenza e che mi dia informazioni su come spende i soldi che gli verso.
Ben venga tutto il resto: gli investimenti, gli incentivi all'occupazione, il microcredito, gli acquisti immobiliari, il marketing... Ovvio: ben vengano purché siano fatte in modo trasparente, siano in linea con il compito dell'Ente e portino a un reale incremento per le casse.

Ma l'Enpap mi interessa soprattutto per la pensione. Del resto, è quello il suo compito principale, è lì che va il 10% che versiamo (il restante 2% copre l'assistenza).
Non so voi, ma se penso alle pensioni, mi viene da chiedermi:
A quanti psicologi viene erogata la pensione? E quanto prendono di media? Quanti sono i liberi professionisti "puri" e quanti hanno invece anche un lavoro dipendente o altri lavori? Ci sono differenze tra nord e sud? tra uomini e donne? Prendono più pensione gli psicoterapeuti o gli psicologi sociali? Noi prenderemo una pensione più alta o più bassa di chi ci ha preceduto?

A me piacerebbe un Selfie dell'Enpap

Alcune risposte a queste domande possono essere trovate scavando nel sito Enpap*. Mi piacerebbe però vedere qualche selfie dell'Ente e capire come vengono impiegati i nostri soldi. Citando +Davide Baventore che citava Arcicasa: dobbiamo tutti diventare un po' più tecnici, ma sta all'Enpap spiegare in modo comprensibile e immediato.

Ecco in sintesi le mie aspettative riguardo all'Enpap:
  • Grafici colorati con spiegazioni semplici - niente di iperdettagliato o ipertecnicistico. Una cosa che somigli più alle slide che facciamo nei convegni quando dobbiamo spiegare le sinapsi o l'ADHD a chi non sa niente di psicologia.
  • Un sito più funzionale e navigabile
  • Informazioni sulle scadenze e gli obblighi sempre più tempestive, chiare e pratiche.
Mi piacerebbero anche ulteriori segni di discontinuità riguardo alla conduzione (durata degli incarichi, conflitti di interessi, emolumenti etc.) ma per ora mi fermo qui.
*In un prossimo articolo commenterò i dati del Bilancio Consuntivo del 2013

Ora tocca a voi, colleghi e colleghe: cosa vi piacerebbe da parte dell'Enpap nei prossimi mesi?