Pregiudizio su Psicologi e Psicoterapeuti? Ecco 4 idee concrete per promuovere la professione

Il CNOP è indeciso su quali azioni intraprendere? Suggeriamogliene alcune concrete ed efficaci.


Fulvio Giardina, il Presidente degli Psicologi Italiani presenziando alla Settimana del Benessere Psicologico organizzata dall'OP Campania ha dichiarato:
«La mia intenzione è quella di estendere su base nazionale questo percorso avviato in Campania: porterò quindi questa esperienza al Consiglio nazionale, anche per fare in modo che le città più piccole si rafforzino e che i professionisti che operano in questi contesti si sentano tutelati e rappresentati al meglio"».
In questi giorni, discutendo del caso del counselor che curava schizofrenici e depressi e della finta psicologa ipnostista che prescriveva psicofarmaci, con molti colleghi ci chiedevamo: cosa potremmo fare?

I poveri pazienti truffati dal counselor erano convinti che il diploma di Counseling Gestaltico Olistico Teosofico Integrato o il Master quarto dan in PNL stampato in pelle umana con firma svolazzante di Bandler, l'attestato di 18° livello di Theta Healing Cristalloterapico Motivazionale e altre pergamene farlocche simili autorizzino davvero a curare depressione e schizofrenia!

Ecco, allora, una delle cose che possiamo fare: pretendiamo che il CNOP e gli Ordini regionali con i nostri soldi si facciano ideatori e promotori di iniziative pubbliche ed efficaci, realizzate in modo trasparente (non dando soldi ai soliti amici degli amici che poi fanno baracconate inguardabili). Cose insomma che avvicinino la gente e che abbattano gli stereotipi su Psicologia e Psicoterapia.

Basta con i Convegni che per entrare devi avere 5 lauree tra cui una in feanoriano klingon sumerico, basta con le Tavole Rotonde con i relatori incartapecoriti che hanno ancora le ragnatele dell'ultima Tavola Rotonda, basta con gli Incontri Tra Potenti Della Terra rettori, assessori, imprenditori, appaltatori, commendatori con foto da Rotary e strette di mano più finte di una Gucci cinese che non portano a nessun cambiamento per la categoria!

Per carità: ricerca, convegni scientifici e dialogo con le istituzioni non sono solo utili: sono vitali! Ma in questi 25 anni si è fatto solo quello e si è fatto male, tant'è che non abbiamo ottenuto molto come categoria, no? Vedete leggi a nostro favore? Vedete più lavoro per noi psicologi nei territori? Vedete senatori o deputati psicologi?
Ordunque, oltre a fare meglio il dialogo con la politica e la confindustria iniziamo a chiedere all'Ordine (CNOP) di fare iniziative "popolari", che arrivano alla gente e cambiano la cultura dal basso.

Alcuni suggerimenti?

Ve ne indico solo 4, preferisco che siate voi colleghi a tirare fuori le vostre idee geniali. Noi psicologi siamo creativi e abbiamo pensiero laterale da vendere: mettiamolo a frutto!


Settimana/Mese della Psicologia a livello nazionale

Non si dovrebbe partire da zero: esistono già il mese del benessere psicologico della SIPAP, il MIP - maggio di informazione psicologica, la Settimana del Benessere Psicologico dell'Ordine della Campania... Insomma, basterebbe creare un programma solido a partire da questo bagaglio prezioso di esperienze sul territorio ed estenderlo a livello nazionale.
Vantaggio: avvicinare l'utenza ai professionisti, rendere visibile la "presenza territoriale", facilitare l'accesso alle risorse psicologiche
Un mio suggerimento: evitare di trasformarlo nella "svendita della psicologia" o nei "grandi saldi della consulenza psicologica" e far sì che sia un'opportunità non solo per i clienti ma anche per gli psicologi.

Giornata del Benessere Psicologico
Esiste la Giornata della Memoria, la Giornata del tumore al seno, la Giornata dell'Igiene dentale, la Giornata dell'Impotenza, la Giornata del brufolo sul naso... Come mai non esiste una giornata della psiche? Perché finora il CNOP - che è l'interfaccia tra noi e lo Stato - non l'ha realizzata.
Vantaggio: sensibilizzare l'opinione pubblica, dare visibilità alla professione.

Pubblicità
La pubblicità del gomitolo di lana nella clessidra (ve la ricordate?) è stata un buon inizio. Ora, caro CNOP, fai in modo che non muoia lì ma che ci siano pubblicità periodiche su carta stampata, cartellonistica, tv etc. Se la SIPAP, che è un'associazione privata neppure tanto numerosa, è riuscita a realizzare spot televisivi, il CNOP deve poter fare molto di più! Se serve un piccolo "obolo" aggiuntivo dagli Ordini regionali lo chieda, se i nostri 160€ vanno per queste cose avete il nostro OK fin da ora!

Video divulgativi da diffondere su social 
Video semplici, brevi, efficaci come quelli di +Emanuele Rapisarda o di +luca mazzucchelli, per fare esempi noti. Non rivolti a professori con 12 master a Yale ma documentati e capaci di diventare virali.

In questo modo i poveri pazienti del ciarlatano di turno sapranno distinguere da soli tra delinquenti e psicologi veri. E li denunceranno loro, dopo averli presi a pedate!

PS. Presidente Giardina, a Novembre 2014 hai preso questo impegno. Ti teniamo d'occhio.




PS2. Cari lettori, sto pensando a una rubrica qui sul blog in cui controllare periodicamente prendere impegni, punti programmatici e promesse del CNOP segnalando: se li stanno realizzando, come li stanno realizzando e quanto ci mettono a realizzarli. Una forma di "controllo dal basso", che è la spina dorsale di tutte le democrazie. Che ne dite? Il titolo della rubrica potrebbe essere:
  • "Fiato sul collo" - titolo street style, un po' aggressive
  •  "Come è andata a finire?" - ispirato alla rubrica di Report (Milena Gabanelli)
  •  "Status quaestionis" - titolo colto, per darsi un tono
Tutti potete partecipare segnalando le situazioni o scrivendo brevi articoletti in cui confrontare il "pre" e il "post".

Commenti