Il camino dell'uomo di Martin Buber


Il cammino dell'uomo è un breve saggio del filosofo e teologo Martin Buber.

Ognuno di noi ha necessità di trovare ciò che rende piena e degna di essere vissuta la propria vita. I valori che descrivono il tipo di persona che desideriamo essere, sono fondamentali.
Anche dal punto di vista psicoterapeutico, se non si ha un motivo per stare bene non ci sarà alcuna tecnica o percorso terapeutico capace di farci superare il disagio.

Ma ciascuno ha il proprio cammino. Ogni persona è unica e unico è il cammino che deve intraprendere. È questo il cuore dell'insegnamento di Buber:
«Con ogni uomo viene al mondo qualcosa di nuovo che non è mai esistito, qualcosa di primo e unico» (M. Buber)
È un libro piacevole e avvincente perché è costellate di brevi racconti.
[Buber di questi racconti ne pubblicò una corposa raccolta nel volume "I racconti dei chassidim"].

Buber mette da parte il vestito da filosofo e mostra i contenuti attraverso le brevi storie dei rabbini e dei saggi del passato. Non vi consiglio la lettura di questo scritto per i contenuti teologici e spirituali ma per la capacità di parlare della ricerca dei valori e del senso.


Lessi Il cammino dell'uomo da ragazzo ed è uno dei libri che mi ha dato molto umanamente. Ve lo consiglio.